MATELICA E DISCARICA: NESSUNO HA FATTO SUA LA MOZIONE.

Nei giorni scorsi abbiamo seguito in silenzio la “bagarre” politica nei social network, fra l’amministrazione comunale di Matelica e l’opposizione, riguardante la possibilità di istallazione di una discarica rifiuti. Visto che siamo stati citati, riteniamo opportuno dare dei chiarimenti circa le nostre azioni e descrivere la nostra posizione sulla vicenda. Nel novembre dell’anno scorso abbiamo depositato presso gli uffici del comune di Matelica una richiesta, a nostro nome, di inserimento all’ordine del giorno del consiglio comunale di una mozione, da porre a votazione, dove si impegnava “il Sindaco e la Giunta comunale a dichiarare e sostenere, pubblicamente e in tutte le sedi istituzionali a vari livelli, la propria contrarietà alla locazione di una discarica di smaltimento rifiuti nei territori all’interno del cratere sismico nella provincia di Macerata”. Tale richiesta, che abbiamo fatto pervenire a tutti i comuni del cratere sismico 2016, era indirizzata al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale e ai Consiglieri tutti (maggioranza ed opposizione). In alcuni comuni è stata portata in discussione, votata e trasformata in delibera, in altri non è stata discussa. A Matelica nessuno dei destinatari ha voluto portare la nostra mozione in Consiglio Comunale. Chiunque dica che la nostra mozione sia stata fatta propria da qualcuno e presentata in Consiglio Comunale dice una cosa non vera. La mozione presentata (successivamente al protocollo della nostra richiesta) dal Sindaco e dagli Assessori, fatte le dovute premesse, impegnava il Consiglio alla contrarietà di insediamento di impianti di recupero e smaltimento rifiuti all’interno del territorio comunale o comunque in zone confinanti, e non in tutto il cratere. Durante il dibattito consiliare si è accennato diverse volte alla possibilità di coinvolgimento di altri comuni per concordare un’azione unitaria, ma nei fatti, e dopo la discussione di alcuni emendamenti, la delibera approvata è rimasta sostanzialmente bloccata su quella che a noi pare, ancora una volta come in passato è accaduto per altre vicende (vedi ospedale), una posizione campanilistica di sicuro “effetto scenico”, che tanto si presta alla propaganda, ma che difficilmente porta a risultati concreti e legati ad un miglioramento del territorio su più vasta scala. Ogni cittadina di questo stupendo, ma martoriato pezzo di Italia, ha caratteristiche uniche ed identitarie che spingono a dire “no” alla discarica, ma affermare che si è contrari alla discarica solo per sé, poi fare “spalluccia” se viene istallata nel paese vicino purché non confinante, ci pare davvero controproducente per tutti. Riteniamo quindi che l’accostarci impropriamente a questa visione, sia nel dibattito istituzionale che in quello pubblico, sia poco corretto. Durante il Consiglio Comunale qualcuno non scartava la possibilità di ascoltare anche la nostra associazione, ma nonostante tutt’ora si scriva di noi, nessuno ha mai contattato Itidealia per un incontro, tanto che l’unica persona con la quale abbiamo interloquito ufficialmente è il Sindaco, e su nostra richiesta. Detto questo, i discorsi di parte li lasciamo a chi se ne intende… La situazione è comunque evoluta grazie al Sindaco di Camerino, che con alcuni emendamenti ha portato posizioni univoche alle nostre su livelli istituzionali superiori, ma del risultato, per chi non fosse informato, vi aggiorneremo prossimamente sulle pagine del nostro blog. Soffermandoci esclusivamente nel contesto matelicese, è assolutamente chiaro che l’amministrazione è contraria all’istallazione di una discarica su territorio comunale, tuttavia dal successivo dibattito pubblico e da altri documenti in essere, sorge spontaneo un dubbio e senza alcuna vena polemica, ma solo allo scopo di avere uno quadro più chiaro sullo scenario futuro, ci sentiamo di porre una domanda al Sindaco: qualora non si parlasse di una discarica, ma dell’istallazione di impianti di trasformazione e smaltimento rifiuti gestiti da privati, come si porrebbe l’attuale amministrazione comunale?

by SACANDRO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.