STORIE DI VITE A SERRAPETRONA

Serrapetrona è un piccolo borgo dell’appennino centrale, in quell’entroterra che ha ancora le ferite evidenti di un terremoto che sembra non finire mai. E’ una bella giornata quando decidiamo di andare a fare un giro in quel piccolo paese a fine vendemmia, quando gli ultimi grappoli d’uva di Vernaccia vengono selezionati e messi ad appassire per avere poi il vino migliore.

Storie di Vite a Serrapetona: Panorama verso Colleluce
Storie di Vite a Serrapetona: Panorama verso Colleluce

Storie di Vite a Serrapetona: L'ingresso del paese denota identità
Storie di Vite a Serrapetona: L’ingresso del paese denota identità

Si sa che i metodi per ottenere un buon vino partono dalla vigna, per questo motivo, quasi per caso è uscito fuori anche un piccolo clip che testimonia quanta attenzione occorre per avere un risultato ottimale, non tanto e non solo nel fare la Vernaccia DOC e DOCG ma anche per ottenere un buon vino fermo come il passito. Per questo abbiamo deciso di testimoniare in video il lavoro di Dante Duri un agricoltore, che fa della selezione di qualità delle uve un caposaldo del suo lavoro ed in generale per sottolineare quanto sia fondamentale la ricerca della qualità in tutto questo pezzo di territorio.

Video prodotto da Itidealia sulla selezione delle uve fatta in vigna da Dante Duri.

Storie di Vite a Serrapetona: Appassimenti della Cantina Serboni
Storie di Vite a Serrapetona: Appassimenti della Cantina Serboni

Chiaramente Serrapetrona è testimonianza di notevole Terroir italiano soprattutto nel suo vino particolare, che prima di tutto è un vitigno autoctono, l’unica Vernaccia rossa che diventa spumante e che di fatto è oramai il biglietto da visita agroalimentare di questo piccolo paese.

Storie di Vite a Serrapetona: Fra gli archi ed i vicoli del centro storico
Storie di Vite a Serrapetona: Fra gli archi ed i vicoli del centro storico

Ma è proprio facendo un giro per il centro storico, che si respira l’aria di genuinità, la freschezza diretta e impulsiva della gente che qui ci abita e che dimostra di essere attaccata al proprio borgo. La sua piazza vede un palazzo storico con gli archi, dove campeggia la scritta Vernaccia di Serrapetrona, oggi questo palazzo non è più del tutto agibile, ma dentro uno dei suoi archi c’è un piccolo negozio di alimentari dove il titolare, Sauro riesce a meravigliare con l’ottima selezione dei prodotti che espone sul bancone, inoltre è vietato comprare senza assaggiare.

Storie di Vite a Serrapetona: l'orgoglio di Sauro dietro al bancone.
Storie di Vite a Serrapetona: l’orgoglio di Sauro dietro al bancone.

Oltre alla gentilezza e la conoscenza del suo paese, tornare a Serrapetrona lasciando la sua carriera, è stata una scelta di testa e cuore, dalle sue parole si percepisce come se il suo paese lo avesse richiamato a se proprio a pochi mesi dal terremoto del 2016, una scelta la sua fatta per amore, che oggi nonostante le problematicità, sta restituendo gratificazioni forse non tanto economiche ma in termini di qualità della vita e di soddisfazione negli occhi di quei visitatori che passando per il paese in questo periodo non disdegnano una buona merenda con ciauscolo o porchetta e vernaccia, e poi se vuoi un bicchiere d’acqua proprio in piazza c’è una fonte straordinaria ed è proprio Sauro a consigliarla piuttosto del mezzo litro in bottiglietta.

Storie di Vite a Serrapetona: "Il palazzo della Vernaccia"
Storie di Vite a Serrapetona: “Il palazzo della Vernaccia”

Storie di Vite a Serrapetona: L'acqua della fonte di piazza è sempre la più buona.
Storie di Vite a Serrapetona: L’acqua della fonte di piazza è sempre la più buona.

Insomma autenticità e conoscenza del territorio, fanno di questo piccolo paese il miglior sintomo di rinascita, la gente che lo ripopola ci crede ancora nella sua possibile economia agricola e reale, è un respiro di speranza, nella convinzione che una buona qualità di vita sia migliore di qualsiasi altro metodo di guadagno. Usciti dalla bottega di Sauro, facciamo due passi per il centro storico, c’è un tempo splendido, le case abitate sono ben curate, è gradevole l’atmosfera di calma che avvolge tutto. Decidiamo di riprendere la macchina perché poco più avanti ci sono altre cantine con le uve messe ad appassire, a metà novembre ci sarà anche una bella manifestazione che vedrà coinvolto tutto il paese, ormai è un appuntamento fisso che si chiama “appassimenti aperti” in cui tutte le cantine partecipano organizzando visite guidate ed assaggi. Un paese nel paese dove si respira genuinità tra l’odore del mosto e la caparbietà propria di questa parte di entroterra marchigiano.

Storie di Vite a Serrapetona: Fiori fra le antiche mura.
Storie di Vite a Serrapetona: Fiori fra le antiche mura.

by COSTY

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.