…NE ABBIAMO ANCORA BISOGNO!

Era il 1967.

Poco più di cinquant’anni fa, venne ucciso Ernesto Rafael Guevara de la Serna, meglio noto come “el Che”. Personaggio molto conosciuto, controverso, idolo di una generazione (e non solo), ma anche molto discusso. Guerrigliero, scrittore, medico, politico, padre, marito. Rivoluzionario.

Il termine rivoluzione indica un cambiamento radicale.

Tutto cominciò da un viaggio. Insieme ad un amico (Alberto Granado), ed in sella ad una motocicletta (“la Poderosa”), decise di esplorare l’America latina. Fu così che incontrò povertà, disparità sociale, lavoratori sfruttati e malati emarginati, dittatura e pressioni nord americane. Crebbero in lui impulsi egualitari, anti-autoritari, ed il sogno di una America latina libera e unita.

Non vogliamo in queste poche righe ripercorrere la vita di un personaggio così importante, che così bene ha fatto al mondo e alle nostre menti, pur commettendo anche degli errori. Vorremmo celebrare la sua eredità, ciò che ci ha lasciato, ciò che ci ha insegnato e ciò che vorremmo restasse vivo. Nonostante avrebbe potuto condurre una vita agiata e tranquilla, ha deciso di seguire i suoi sogni onorando i suoi ideali. Sogni che prevedevano il benessere comune.

“Ha più valore, un milione di volte, la vita di un solo essere umano che tutte le priorità dell’uomo più ricco della terra.” affermava Ernesto Che Guevara.

Non è rimasto impassibile di fronte alle ingiustizie, ma le ha combattute. Ha combattuto per ciò che credeva, non ha chinato la testa e l’ha fatta rialzare a chi sembrava essersi arreso.

E noi? Ci siamo arresi?

Perché sembra passato molto tempo da allora, ma sono ancora molte le ingiustizie su questa terra, le disparità, l’emarginazione delle minoranze, e sempre immutato è il potere del forte e del ricco a discapito del povero. Assistiamo a tutto ciò ogni giorno, e non bisogna guardare molto lontano. Nonostante tutto, però, la voce che si alza in protesta, in cerca di una rivoluzione, sembra essere troppo flebile…e non dovrebbe! Prendiamo esempio allora, da Ernesto Guevara, facciamo nostra ogni battaglia, anche se sembra distante da noi, perché in realtà non lo è.

Ogni volta che vorremmo dire NO, urliamolo!

Ogni volta che vorremmo prendere una posizione, schieriamoci!

Ogni volta che ci chiedono di chinare la testa, guardiamo in alto!

Ogni volta che vorremmo…facciamolo!

“Un vero rivoluzionario è guidato da un grande sentimento d’amore.” – Ernesto Che Guevara –

Abbiamo bisogno di questo!

Abbiamo bisogno di rivoluzionari!

by BARZ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.