IERI ERA, OGGI È! DAL 1944 ALLA GUERRA FANTASMA NEL DONBASS

Giovedì scorso, a Matelica, abbiamo avuto l’onore di presentare Sara Reginella e la sua ultima opera: il libro “Donbass, la guerra fantasma nel cuore d’Europa”. Il tutto è avvenuto nel contesto di un’intensa serata nata dalla collaborazione con altre importanti realtà associative. L’associazione “Scacco Matto” titolare della manifestazione “Origami tra i pini”, la sezione intercomunale ANPI “Ventiquattro Marzo”, e la nostra associazione, hanno dato luogo all’evento “Ieri era oggi è”.

Alle 20:30 ha aperto i lavori il preciso intervento del professore, storico e direttore del Centro Studi e Museo della Resistenza e della Cultura del Territorio “Don Enrico Pocognoni”, Igino Colonnelli, introducendo la proiezione della video intervista “Lo chiamavano Giobatta” che ripercorre l’esperienza di Gianbattista Boldrini, detto “Giobatta”, vissuta durante il rastrellamento perpetrato dai nazifascisti nel 1944. Dopo la breve testimonianza di Gianbattista (classe 1926) che ha commosso la platea, ha preso la parola Itidealia con l’intento di mettere in evidenza alcune analogie tra il conflitto di allora ed alcuni scenari di guerra, purtroppo ancora presenti, in diverse parti del mondo. Guerre civili e di resistenza che a volte trovano spazio nei grandi mezzi d’informazione (e di disinformazione), altre volte vengono oscurate e non percepite dalla massa, come se nulla stesse accadendo. Tuttavia ci sono ancora persone straordinarie, che mettendo a rischio loro stesse, cercano di portare alla luce fatti di cui non siamo a conoscenza. Una di queste persone straordinarie è Sara Reginella.

Sara Reginella

Sara, nel suo libro, racconta un conflitto “fantasma” in corso dal 2014 che ha provocato migliaia di vittime. Una guerra a tre passi da noi, in Europa, nel Donbass, in una regione sul confine russo-ucraino dove la popolazione civile combatte, muore e resiste! Dove le autoproclamatesi Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk lottano per mantenere la propria dignità e la propria identità, ribellandosi a quello che viene inevitabilmente considerato un golpe filo nazista in Ucraina. “Donbass la guerra fantasma nel cuore d’Europa” è un reportage narrativo che parla del conflitto in essere sviluppandone la dimensione umana, che apre uno squarcio nel soffocante muro di gomma dei media mainstream, uno schiaffo che ci libera dal torpore della proposta virtuale e ci riporta alla realtà spingendoci a prenderne coscienza, ad alzare la testa e guardarci intorno, perché gli altri potremmo essere noi, perché in effetti lo siamo stati, e quella storia non deve ripetersi. Sara Reginella, psicoterapeuta e regista, oltre che scrittrice, ha risposto puntualmente alle tante domande del numeroso pubblico, che di tutte le fasce d’età, ha partecipato con grande interesse.

Ringraziamo Sara Reginella per la disponibilità, la gentilezza e la pazienza che ha avuto con noi. Per informazioni libro: http://www.exormaedizioni.com/catalogo/donbass-guerra-fantasma/

Il video sintesi della serata, realizzato dalla giornalista Barbara Olmai e Marco Costarelli per Itidealia:

Il video “Lo chiamavano Giobatta”, con intervista guidata da Igino Colonnelli e realizzato da Alessandro Baldini ed Enrica Bruzzichessi per la sezione ANPI 24 Marzo

Un ringraziamento a Luca Cruciani che a fine serata ci ha permesso la degustazione di Verdicchio di Matelica DOC biologico “Casa Lucciola 2019”. https://www.casalucciola.it/

Ringraziamo per l’impegno sociale e la partecipazione il Laboratorio Sociale Fabbri di Fabriano.

Oltre alle persone citate nell’articolo un ringraziamento speciale va a Sara Travaglini, presidente di “Scacco Matto”.

by SACANDRO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.